Che cos’è la domotica

Che cos’è la DOMOTICA?

La domotica è quella disciplina che studia come migliorare la qualità di vita attraverso l’uso della tecnologia, in casa e più in generale negli edifici.

La parola “domotica” è formata dall’unione di due parole: domus (che dal latino significa casa) e robotica (cioè quella branca dell’ingegneria, e più specificatamente della meccatronica, che si occupa di sostituire il lavoro della macchina a quello dell’uomo)

In altre parole attraverso la domotica si studiano e si realizzano delle tecnologie intelligenti, ed integrate tra loro, in grado di migliorare le performance, il comfort, e di ridurre i consumi energetici, rispetto agli impianti tradizionali.

La domotica, benché riguardi aspetti prevalentemente ingegneristici e tecnologici, in realtà presenta una natura multidisciplinare ed affonda le sue radici sia in materie umanistiche come la linguistica, che in altre di natura scientifica come la fisica, la biologia, la fisiologia, la psicologia, la meccanica, e l’informatica.

Detto questo va sottolineato, a scanso di equivoci, che la domotica non è una prerogativa esclusivamente domestica come la parola sembrerebbe suggerire. Anzi l’impiego di questo tipo di tecnologie intelligenti in grado di comunicare tra loro, è sempre più utilizzato anche nelle aziende perché consente loro di efficientare gli impianti e godendo di un consistente risparmio energetico.

Quando la domotica entra in azienda allora è più corretto parlare di “building automation”.

 

Lo standard Konnex (KNX)

Ad oggi Konnex è lo standard mondiale aperto di comunicazione per tutte le applicazioni di domotica e di building automation attraverso il quale è possibile implementare uno o più impianti domotici di diversa natura: illuminazione, riscaldamento, ventilazione, ombreggiamento, sistemi di sicurezza, misurazione dei consumi ecc…

Detto in parole più semplici un impianto Konnex consiste in un sottile cavo chiamato BUS, che collega tra loro tutti i componenti dell’impianto (sensori, attuatori, apparecchi di sistema).

 

I componenti di un circuito Konnex

  • Il sensore è un dispositivo che rileva una grandezza fisica, la codifica ed invia i dati al BUS. Questi possono essere pulsanti, sensori di presenza, di temperatura, di luminosità, ecc
  • L’ attuatore è un dispositivo che riceve il messaggio codificato dal sensore ed esegue l’azione per il quale è stato programmato: accensione, spegnimento o regolazione della luminosità, visualizzazione dell’informazione a video, azionamento di un motore elettrico ecc…
  • I dispositivi di sistema sono gli apparecchi finali, quindi le lampade, l’allarme, la caldaia, i monitor, ecc… che vengono comandati dalle istruzioni provenienti dagli attuatori.

Konnex rappresenta anche un processo di certificazione molto severo per quanto riguarda i componenti utilizzati ed assicura che diversi prodotti, di diversi costruttori, utilizzati in diverse applicazioni, operino e comunichino tra loro. Tutti i costruttori di prodotti affiliati all’associazione KNX devono essere già certificati secondo lo standard ISO 9001 e devono essere a norma secondo tutti gli standard europei ed internazionali prima di poter presentare la domanda di certificazione KNX.

Da questo punto di vista utilizzare apparecchi con questo tipo di certificazione rappresenta anche un elevato standard di qualità a garanzia del consumatore.

___________

“Se sei interessato all’argomento della building automation per la tua azienda, allora voglio farti sapere che le lampade LED da noi prodotte sono certificate KNX e quindi possono essere inserite all’interno di impianti intelligenti.”

__________

In particolare ciò ti consentirebbe di comandare anche a distanza ogni singola lampada all’interno dell’azienda e di monitorarne i consumi. Grazie a questa possibilità potrai quindi ottimizzare  i tuoi consumi energetici riducendo i costi. In ogni modo, se tu non fossi già dotato di un impianto konnex, o non intendessi realizzarne uno nuovo, i nostri LED sono comunque progettati per consentire in ogni caso il massimo risparmio energetico. Essi sono infatti dotati di sensori di presenza e di luminosità su ciascuna singola lampada, e quindi si regolano automaticamente in base all’intensità luminosa desiderata a terra, e si accendono solo nel caso venga rilevata la presenza di qualcuno.

Attraverso questi sistemi quindi, potrai addirittura eliminare gli interruttori. Pensa all’enorme risparmio che si potrebbe ottenere con questo sistema, ad esempio in un magazzino di grandi dimensioni, dove solitamente con un unico interruttore si accendono contemporaneamente tutte le luci anche quando sarebbe sufficiente illuminare solo la piccola area in cui è presente l’operatore. Per non parlare di quando ci si dimentica di spegnere la luce prima di uscire la sera, e tutte le luci rimangono accese inutilmente fino al giorno successivo.

Ti ricordo che la realizzazione dei nostri impianti di illuminazione è sempre a costo zero per il cliente perché attraverso la formula del noleggio operativo non è necessario anticipare alcuna spesa, ed il canone di noleggio si paga da solo con il risparmio generato dalle lampade LED. Ora, se desideri ricevere maggiori informazioni, puoi compilare semplicemente il form qui sotto e verrai ricontattato da uno dei nostri tecnici.

Commenta con Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field