Le case automobilistiche dovranno tagliare le emissioni

Le case automobilistiche dovranno tagliare le emissioni

Le case automobilistiche dovranno tagliare le emissioni rispettivamente del 37,5% e del 31% rispetto ai valori al 2021, con un traguardo intermedio del -15% al 2025 per entrambe le categorie di veicoli: un chiaro segnale politico all’industria, agli investitori, ai consumatori e alle autorità pubbliche che “spingerà gli investimenti lungo la catena del valore europea, incluse le batterie”.

Il Parlamento europeo aveva identificato un target del -20% al 2025 e del -40% al 2030, la Commissione Ue aveva indicato riduzioni del 15 e del 30% e il Consiglio aveva trovato una quadra sul -15 e -35%.

“Il nostro obiettivo finale è che le auto migliori, più pulite e più competitive siano prodotte in Europa, che utilizzino le migliori e più moderne infrastrutture e che enel si riduca l’inquinamento”

“Sarà richiesta una crescita del mercato delle auto elettriche e dei veicoli ad alimentazione alternativa molto più forte di quanto appare possibile i nostri membri continueranno a investire su questo fronte ma ci sono ancora diversi ostacoli a frenare l’accettazione da parte dei consumatori, come la convenienza economica e la mancanza di una rete di ricarica o rifornimento sufficientemente diffusa”.

Related post